logotype
img1
img2
img3

Iscriviti

Iscriviti per ricevere la newsletter della mamma appena nata.

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

Allattamento

Allattamento: a ogni specie il proprio latte

Attraverso il latte le madri trasformano il proprio stesso corpo in nutrimento per i figli: lo sostiene la biologa dell'evoluzione Katie Hinde. Dalla sua ultima ricerca sul latte delle diverse specie sono emerse prove inconfutabili che il latte materno umano si è evoluto lentamente e straordinariamente per offrire le specifiche sostanze nutritive, gli ormoni e i componenti bioattivi necessari per formare e alimentare il più complesso organo esistente: il cervello umano. Un nutrimento, il latte materno, attraverso il quale la madre “trasferisce” letteralmente al proprio piccolo gli essenziali strumenti di adattamento all’ambiente.

Pastorizzazione del latte materno

È italiano il nuovo metodo di pastorizzazione del latte materno che potrebbe cambiare le banche del latte di tutto il mondo. 

Dalla collaborazione tra  l’Associazione Italiana Banche del Latte Umano Donato (AIBLUD), il CNR e l’Università di Torino una nuova metodologia che promette di conservare molti più nutrienti nel latte donato, ‘salvavita’ per i prematuri 

L’innovazione sarà presentata al 12° Simposio Internazionale sull’Allattamento al Seno di Medela (7–8 aprile 2017, Firenze)

 
Un'innovazione straordinaria nella pastorizzazione del latte umano donato alle Banche del Latte, che consente di preservare molte più proprietà nutrizionali e biologiche del latte materno, indispensabili per la sopravvivenza e la crescita dei neonati prematuri: è quella che il Prof. Guido Moro - primo presidente della European Milk Bank Association (EMBA) ed attuale Presidente dell’Associazione Italiana Banche del Latte Umano Donato (AIBLUD)- presenterà al Simposio Internazionale sull’Allattamento di Medela (a Firenze il 7 e l'8 aprile).

Le nuove linee guida per l'allattamento al seno

L’allattamento al seno è da preferire: lo sostengono le linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità. E proprio per favorire tale pratica, il ministero della Sanità insieme alle maggiori società pediatriche italiane ha realizzato nuove linee guida su ‘Allattamento al seno e uso del latte materno/umano’.


Ecco le linee guida su Allattamento al seno e uso del latte materno/umano . Leggetele, stampatele e condividetele con chi crede di saperne di più. 

 

In Italia 9 neonati su 10 prendono il latte materno durante i primi giorni ma, già alla dimissione dall’ospedale, la percentuale di allattamento al seno cala al 77% per raggiungere il 31% a 4 mesi di vita del bebè e stabilizzarsi sul 10% oltre il sesto mese. Ecco i dati emersi dal nuovo Position Statement sull’Allattamento al seno e uso del latte materno/umano, che per la prima volta è sottoscritto dalle Società Scientifiche Pediatriche Italiane SIP, SIN, SIGENP, SICuPP e SIMP.

Verità o leggenda: dai risparmi per la sanità pubblica alla prevenzione dei tumori, un decalogo sul latte materno.

È possibile che una conoscenza più approfondita del valore del latte umano e dell'allattamento al seno stimoli cambiamenti nel sistema sanitario e nella politica? È possibile che le nuove scoperte cambino il nostro modo di affrontare l'allattamento al seno e l'alimentazione del neonato in ospedale, nel reparto neonatale, sul luogo di lavoro e in pubblico?

Il 7 e l'8 aprile a Firenze il XII Simposio Internazionale Medela sull’allattamento al seno e sulla lattazione vedrà riuniti alcuni dei principali ricercatori mondiali nel campo del latte umano e dell'allattamento al seno, che presenteranno nuove ricerche sul latte umano e sulle sue caratteristiche uniche e insostituibili per favorire il benessere di bambini, madri, famiglie e società.

Quanto latte deve bere il bebè? Ecco la formula

Quasi sempre le prime domande che tutte le neo mamme si pongono sono queste: "Riuscirò a nutrirlo nella giusta maniera? Riuscirò a offrirgli la giusta quantità di latte?"

Noi di comenasceunamamma.it promuoviamo da sempre l'allattamento al seno ma prima di ogni altra cosa difendiamo il rispetto della libertà individuale di ogni madre. E' fondamentale che ogni mamma scelga il tipo di allattamento, naturale (al seno) o artificiale (biberon), senza sensi di colpa.  Solo un allattamento vissuto in armonia con la propria vita e la propria soggettività può costituire un’esperienza naturale e felice, sia per la madre che per il bambino.

Per quanto riguarda le quantità? La dose di latte dipende dai mesi (o giorni) di vita ma soprattutto dal peso del neonato. Conoscete la formula per calcolare la corretta quantità di latte da somministrare al vostro bimbo? Ecco l'infografica.