logotype
img1
img2
img3

Iscriviti

Iscriviti per ricevere la newsletter della mamma appena nata.

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

L'infografica di Actionaid sull'analfabetismo e abbandono scolastico nel mondo

Tutelare il diritto all'infanzia e all’istruzione dei bambini è un obiettivo ancora molto lontano in tanti Paesi. L’analfabetismo è infatti uno dei grandi mali del mondo e le sue cause sono profondamente radicate all’interno di intere società. Quello che in una parte di mondo è dato per scontato, nell’altra non lo è. Andare a scuola può essere un lusso per pochi.

Mentre in queste settimane i nostri figli sono tornati tra i banchi, con la gioia di rivedere i propri amici e la curiosità di iniziare un nuovo anno accademico, nel Mondo 758 milioni di persone (di cui 477 milioni di donne e 124 milioni di bambini) non sanno leggere e scrivere. Un numero impressionante.

Mentre i nostri figli si lamentano dei compiti a casa altri non sanno neanche cosa sia un banco di scuola. E noi genitori non possiamo non pensare a questi piccoli che vorrebbero imparare a scrivere, a leggere e a studiare ma purtroppo non possono.

Mentre noi scegliamo la scuola più vicina a casa in tanti paesi le scuole sono inesistenti. Molti bambini sono costretti ad abbandonare gli studi per dedicarsi a lavori precari, e pericolosi, a causa della povertà che imperversa sulle loro famiglie. Lontani dai banchi di scuola la possibilità di migliorare la propria condizione diventa un sogno.

Oggi pubblichiamo l’infografica di Actionaid aggiornata con i dati relativi al tasso di analfabetismo e abbandono scolastico nel mondo.

Come messo in primo piano da ActionAid, le aree più colpite sono l’Africa Sub-Sahariana (dove vive il 26% della popolazione analfabeta globale) e l’Asia Meridionale (51% della popolazione analfabeta globale). In alcune zone quindi l’incidenza del fenomeno è devastante. Al problema dell’analfabetismo si associa poi quello dell’abbandono scolastico che colpisce bambini e adolescenti cui è negato il diritto di vivere l’infanzia.

I dati di ActionAid fanno riflettere sulla possibilità che ognuno di noi ha di contribuire al cambiamento. La Onlus lavora da sempre per garantire il diritto all’istruzione, ritenendo che povertà e analfabetismo siano strettamente collegati.

La presenza di un problema ci deve spingere a fare quanto è in nostro potere per porvi rimedio. Tutti noi possiamo essere utili e fare qualcosa. Con l’adozione a distanza ActionAid si può fare un piccolo gesto, un gesto volto a sostenere questi bambini e il loro diritto di andare finalmente a scuola.