logotype
img1
img2
img3

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

Viaggi e Tempo libero

Ticho’s Hotel - Castellaneta Marina

Quanto è importante per il buon esito di una vacanza scegliere un albergo a misura di famiglia? Ce lo siamo chieste tante volte e se potessero parlare le stanze degli alberghi avrebbero infinite storie e aneddoti da raccontare. Noi vi riportiamo la nostra esperienza: abbiamo trascorso un week end sulla costa Ionica pugliese, a Castellaneta Marina. Abbiamo scelto l’Hotel Ticho’s, uno dei pochi a sorgere direttamente sulla spiaggia.

La posizione e la spiaggia privata di sabbia finissima con fondale marino dolcemente digradante, adatta in particolar modo ai bambini, sono sicuramente i punti di forza di questa struttura che purtroppo però non riescono a compensare il mal servizio e la disorganizzazione del personale.

Diario di un Villaggio Ecologico

Diario di un Villaggio Ecologico. Tra mamme, bimbi ed esperienze inedite. Per crescere bisogna cominciare a decrescere. Ecco lo stralcio della nostra reporter ECO in giro per l’Italia.

Il cielo grigio opacizza la bellezza del paesaggio che si intuisce dall’autostrada: abbiamo lasciato la distesa pianeggiante attorno a Ferrara e passato i colli bolognesi, trovandoci improvvisamente nel sinuoso, romantico tratto in cui la strada taglia a metà un tappeto di girasoli. Pochi chilometri più tardi siamo ad Ancaiano, frazione del Comune di Sovicille, in provincia di Siena. Ha da poco cominciato a piovere. Imbocchiamo uno sterrato decisamente sconnesso, che ci conduce al luogo attorno a cui abbiamo fantasticato per settimane. Siamo a Bagnaia, una comune agricola fondata alla fine degli anni ’70 da un gruppo di giovani animati dal bisogno di ricerca di autonomia e libertà , e basata sui principi dell’uguaglianza e della condivisione. In occasione del suo trentacinquesimo compleanno, la comune ospita nel suo immenso spazio il raduno annuale della RIVE (Rete Italiana Villaggi Ecologici), pronosticando l’arrivo di settecento persone, tra curiosi e rappresentanti di comunità ed ecovillaggi distribuiti su territorio nazionale ed internazionale.

Sindrome da rientro, come evitarla prima ancora di partire per le vacanze

I consigli dell’Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia

È un disturbo che colpisce una persona su dieci. Gli psicologi: «Serve lavorare per obiettivi e ricavarsi brevi momenti di stacco»

Irritabilità, calo di attenzione, mal di testa, difficile digestione della quotidianità e un generico senso di stordimento. Sono i sintomi che colpiscono circa una persona su dieci al rientro dalle vacanze. «La cosiddetta “post vacation syndrome” presenta questi sintomi. Prevenirla è però possibile con dei semplici accorgimenti», premettono Giandomenico Bagatin ed Erica Cossettini psicologi psicoterapeuti e consiglieri dell’Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia. Tre suggerimenti: «Chiudere gli affari irrisolti, ricavarsi dei momenti di pausa anche brevi durante l’anno e imparare a gestire gli obiettivi. Non missioni impossibili, ma semplicemente degli accorgimenti importanti perché molto dipende dalla nostra mente».

In auto col bebè

Dopo in aereo col bebè non poteva mancare in macchina col bebè. Per rendere il viaggio con i propri figli un momento rilassante e piacevole è necessario organizzarsi.

In Italia, è bene ricordarlo, il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall'art. 172 del Codice della Strada: è obbligatorio per tutti, conducenti e passeggeri dei veicoli, sui sedili anteriori e posteriori, usare le cinture per gli adulti e, per i bambini di statura inferiore a 1,50 mt. sistemi di ritenuta omologati ed adeguati al loro peso (fin dal loro primo percorso in auto ndr.).La normativa europea individua in tal senso 5 gruppi di dispositivi:

Non solo creme, dai gioielli alle magliette la protezione solare è hi tech

Braccialetti, portachiavi e persino veri gioielli d'oro e d'argento con in più un cuore tecnologico in grado di segnalare a chi li indossa la pericolosità dei raggi solari. Ma anche magliette, cappelli e tessuti speciali per schermare la pelle dalle radiazioni Uv.

La protezione solare diventa sempre più tecnologia anche in Italia dove cominciano a diffondersi, seppure timidamente rispetto ad altri Paesi, nuovi strumenti anti-scottature che in spiaggia, in montagna o in piscina si affiancano alle classiche creme e lozioni solari.