logotype
img1
img2
img3

Iscriviti

Iscriviti per ricevere la newsletter della mamma appena nata.

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

Vaccini

"Riflessione Personale sui Vaccini" di Eugenio Serravalle

Lobbies farmaceutiche, istituzioni sanitarie che erogano ai pediatri un incentivo monetario per ogni vaccino somministrato, giuristi che non si sa bene né perché né con quali fondi organizzano  convegni sulla presunta pseudo-scienza stanno sferrando un'offensiva in grande stile sugli organi di stampa e radiotelevisivi contro la presunta “bufala” della relazione tra vaccino MPR ed autismo, ed altrettanto ampia è la campagna di diffusione di notizie sulle complicanze prodotte dalla recente epidemia di morbillo in Inghilterra. La definizione di “bufala” mi ricorda soltanto l’epidemia suina, quella dell'H1N1. Quella si che è stata una vera “bufala”!

L'intensità e la frequenza di questi interventi sui media, nonché della costellazione, mai così densa, di convegni, iniziative divulgative, conferenze, seminari e quant'altro denotano la disponibilità di consistenti finanziamenti per organizzare tutto questo e correre  ai ripari contro un'opinione pubblica sempre più agguerrita nel chiedere chiarezza su cosa sia necessario inocularsi per essere protetti da malattie gravi, e cosa non sia per nulla necessario assumere e, ancora, quali malattie siano davvero gravi e tali da dover essere evitare, e quali invece possano essere contratte senza forti preoccupazioni in quanto evitarle per mezzo di  un vaccino non farebbe che accrescere inutilmente il numero delle vaccinazioni ricevute: queste possono avere effetti molto positivi impedendo di contrarre una malattia, ma come tutti i farmaci possono provocare effetti collaterali da lievissimi, a meno lievi, a gravi, fino a seriamente gravi. In che percentuale di casi? Bassa, ma non sufficientemente bassa da impedire che io personalmente visiti quotidianamente bambini gravemente danneggiati da vaccini.

Dai pediatri allarme morbillo in Italia, oltre mille casi nel 2014

(Adnkronos Salute) - Pediatri preoccupati per l’aumento esponenziale dei casi di morbillo in Italia. "Stiamo tornando indietro di 15 anni" ed è anche "colpa delle false informazioni diffuse sul web" che demonizzano le vaccinazioni facendo calare le adesioni. L’allarme è stato lanciato in occasione del Congresso italiano di Pediatria in corso a Palermo. "Nel mese di aprile 2014, si sono verificati 236 casi, portando a 1.047 quelli segnalati dall’inizio dell’anno, in notevole aumento rispetto al corrispondente periodo del 2013 quando si registrarono poco più di 700 casi", afferma Alberto G. Ugazio, direttore del Dipartimento di medicina pediatrica dell’ospedale Bambino Gesù di Roma e presidente della Commissione vaccini della Sip.

Autismo e Vaccini: l'altra verità

Massimiliano Arena

Oggi torniamo nuovamente a parlare di vaccini.
Perché?
Perché
a qualche giorno dall’indagine aperta a Trani su un possibile legame tra il vaccino trivalente e la sindrome autistica sono numerose le polemiche.

Parliamo quindi sì di vaccini ma dal punto di vista legale e lo facciamo con l’avvocato Massimiliano Arena del Foro di Foggia, già Giudice minorile onorario, attualmente Presidente della locale Camera Minorile e referente provinciale del Garante Regionale dei Minori.

 

Ascoltate

Vaccini e Comilva Puglia: "Niente allarmismi"

L’apertura di un’indagine da parte della procura di Trani su una presunta correlazione tra vaccini e malattie come l’autismo ha sollevato numerose polemiche.
I quotidiani locali hanno riportato le dichiarazioni di Elena Gentile, assessore alla Sanità della regione Puglia: “Se esiste una legge, bisogna rispettarla. E la legge prevede che se i bambini non vengono sottoposti ai vaccini obbligatori deve partire la segnalazione al tribunale dei minorenni.”

Ne parliamo oggi con Lucia d’Augelli, responsabile del Comilva Puglia. Ascoltate.

Vaccini e controindicazioni: i consigli del Ministero della Salute

Spesso è davvero difficile per una neo mamma sapere se il proprio piccolo è allergico a determinati alimenti o farmaci. Informatevi sempre e vaccinate responsabilmente.

Vi riportiamo uno stralcio delle linee guida del Ministero della Salute.

Esistono alcune situazioni che possono controindicare la vaccinazione; è necessario, quindi, che i genitori, prima della vaccinazione consultino il medico curante che valuterà lo stato di salute del bambino ed indicherà se la vaccinazione deve essere rimandata o evitata