logotype
img1
img2
img3

Iscriviti

Iscriviti per ricevere la newsletter della mamma appena nata.

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

Maternità

Quali sono le frasi da dire e non dire mai ad una neomamma

Cosa c’è di più fastidioso dei consigli mal dati e soprattutto non chiesti? La saputella di turno purtroppo va sempre più di moda … Abbiamo chiesto alle nostre mamme amiche (sulla nostra pagina social https://www.facebook.com/www.comenasceunamamma.it) “Quali sono le frasi da non dire mai ad una neomamma?”. Ecco, sono tantissime! Abbiamo riassunto in questa infografica quelle che hanno ottenuto maggiori consensi. Siete d’accordo? Raccontateci le vostre esperienze ed aggiungete nei commenti le frasi che proprio non riuscite a digerire …

 

Quali sono invece le frasi che ogni mamma vorrebbe sentirsi dire da amici e parenti?

 


Ecco i consigli della community "Mamme e Future mamme di Bari" di comenasceunamamma.it 
 
  • Sei bravissima, stai facendo un ottimo lavoro, tu sai cosa è meglio per tuo figlio, guardalo, rispettalo, ascoltalo e vi capirete al volo. Solo tu sai!
  •  Complimenti hai fatto un buon lavoro con tua figlia!!!
  • Prenditi del tempo per te e non sentirti in colpa
  • Potrai non essere perfetta per gli altri... ma per i tuoi figli sei la migliore.
  • Tuo figlio è fortunato ad avere te come mamma
  • Riposa, ti porto io una teglia di pasta al forno!' 
  • Stai facendo un ottimo lavoro con tuo figlio, è un bimbo sereno .
  • Fidati delle scelte che fai per i tuoi figli. Sei la loro mamma e nessuno meglio di te sa cosa é meglio per loro.
  • "Il tuo istinto non può sbagliare. Sei la persona che conosce meglio tuo figlio e i suoi bisogni"
  • Lascia, faccio io, rilassati e non ci pensare... 
  • Non farti mai abbattere dalle critiche degli altri! Gli errori sono concessi.. e nonostante quelli si può essere splendide e amorevoli mamme!
  • Capisco che sia un lavoro duro e faticoso fare la mamma, ma tu ci metti tutto l'impegno necessario e sei fantastica!
  • Sono fiera della donna-mamma che sei...
  • So che qualunque cosa farai, giusta o sbagliata che sia, sarà stata fatta con l'amore che solo una mamma sa donare e ricevere...non aver paura di sbagliare ma segui ciò che hai dentro e non dimenticarti che una mamma non deve smettere di essere donna ma completarsi...
  • Fare la mamma non è semplice...ma tu ci riesci alla grande
  • Stai tirando su queste bambine meravigliosamente, con tutto l'amore possibile ma soprattutto nella bellezza della semplicità. Basta guardare i loro vestiti: discreti, comodi, con nessun fronzolo, magari a volte di seconda o terza mano. Questi sono i veri valori. 
  • Sei una brava mamma e tuo figlio apprezzerà molto il sacrifici che state facendo per la famiglia
  • Si vede lontano un miglio che i tuoi bimbi sono sereni e amati!
  • Hai delle bimbe serene ed educate (dagli amici)
  • Sei una brava mamma e moglie ( dal marito)
  • Hai scelto la famiglia alla carriera, sono orgogliosa di te ( da mio padre )
  • Tra tante ha scelto la migliore ( dalla suocera‪)
  • Guarda come sorride! Sta bene e tu stai solo vivendo un normale e fisiologico momento di paura/tristezza/ansia. Stai facendo un ottimo lavoro!

Se invece proprio non riuscite a pronunciare queste frasi, ricordatevi sempre che a volte anche il semplice silenzio vale più di tante parole (spesso sbagliate). 

Cassonetto differenziato per il frutto del peccato*

Pubblichiamo con grande piacere la lettere di Francesca Sivo, blogger per "Hai voluto la carrozzina" indirizzata al Ministro Lorenzin

È arrivato Settembre e si è già fatto sentire. Sarà stato per il forte temporale di stanotte, per quei lampi accecanti e quei tuoni roboanti, che dalle quattro in poi non ho più dormito. O forse no. Forse non è stato solo il temporale. E neppure dev’essere stato soltanto il peso del corpo di mio figlio, completamente spalmato sul mio, a non farmi chiudere occhio per tutta la notte, complici quei lampi e quei tuoni. No, non credo proprio.

Baby fitness: tornare in forma facendo ginnastica con il bebè

Bari –  In forma dopo la gravidanza senza separarsi neanche un attimo dal proprio piccolo! Finalmente anche a Bari si può! Le mamme blogger di Come nasce una mamma e il centro Osteofit (Osteopatia, Personal Trainer e ginnastica posturale), per la prima volta a Bari, lanciano 3 corsi dedicati alle neo mamme (e neo papà): “Gag col bebè”, “Giocando con Hatha Yoga” e “Psicomotricità per bimbi”.

Dopo il parto molte donne vorrebbero fare un po’ di sport ma non sanno a chi lasciare il bebè. Da mamme blogger – spiega Benedetta Maffia, che assieme a Serena Fortunato gestisce il sito comenasceunamamma.itcerchiamo di recepire le esigenze molteplici di chi si trova nella splendida condizione di dover cambiare completamente vita per l’arrivo di un figlio. Siamo felici di offrire un nuovo servizio alla città, consentendo alle neo famiglie di non rinunciare al piacere dello sport. Il nostro blog ha infatti lo scopo di essere luogo di ascolto e scambio tra mamme (e papà) e di sopperire all’assenza (evidente) di luoghi fisici per il dialogo di persone che hanno stesse esigenze, paure, domande”.

Consiglio questi corsi a tutte le neo mamme perché favoriscono nella coppia madre-bambino lo sviluppo di una relazione empatica ,di complicità, e consolidano l’ attaccamento ma anche l'indipendenza del bambino durante l’esercizio  - spiega Roberta Ferrante, mamma, osteopata e proprietaria del centro Osteofit di Bari. Per le mamme sarà un’occasione in più per vivere a pieno la maternità continuando ad essere donne”.

I CORSI:

GAG COL BEBE’ –  Questa nuova disciplina prevede una classica lezione di ginnastica e ha come obiettivo principale aiutare le mamme a tornare in forma e a sentirsi bene anche a livello psicologico. La lezione dura circa un’ora, allena tutto il corpo e ha un programma mirato per il recupero del pavimento pelvico e degli  addominali. Non mancano gli esercizi posturali, utili per ripristinare le modificazioni che la colonna vertebrale ha subito durante e dopo la gravidanza.

E’ ideale per la donna (con bebè da 1 a 10 mesi) che vuole riprendere contatto e consapevolezza del proprio corpo e della propria mente. I piccoli si divertono e vengono “utilizzati” come peso durante gli esercizi.

GIOCANDO CON HATHA YOGA –  Lo yoga per i bambini (dai 4 anni di età) non è uguale a quello per gli adulti perché i piccoli hanno bisogno di muoversi e divertirsi, è un’attività psicomotoria e spirituale che, con un approccio ludico, ha lo scopo di aumentare nei bambini la capacità di rilassarsi e contemporaneamente di concentrarsi meglio, di scoprire il proprio corpo, le proprie emozioni, i propri pensieri e la vita che è in se stessi e nel tutto per giungere a uno sviluppo armonico tra corpo, mente e coscienza. Il gioco combinato con lo yoga vuole insegnare al bambino a conoscere il proprio corpo, a svilupparlo in modo armonioso attraverso gli àsana (le posizioni yoga), ma anche a fare propri alcuni principi che sono il fondamento dello yoga che sono “YAMA”, cioè non violenza, verità, onestà, controllo di sé attraverso la consapevolezza delle proprie emozioni, il non possedere, e “NIYAMA”,l’accontentarsi, ovvero non volere ciò che hanno gli altri ma apprezzare ciò che si ha. Attraverso lo yoga, quindi, il bambino ha la possibilità di entrare in contatto con la sua forza interiore, riuscire a mantenere l’attenzione, la concentrazione, scoprire e percepire un mondo misterioso e fantastico dentro di sé; imparare a respirare prendendo coscienza di questo atto vitale; migliorare forza, resistenza, equilibrio, coordinazione, flessibilità, e agilità; sintonizzarsi con le vibrazioni più sottili di tutto ciò che lo circonda; imparare a rilassarsi, conoscere e capire le emozioni e quindi sviluppare capacità di autocontrollo; riconoscere la bellezza della lentezza, della pausa e migliorare le capacità di relazionarsi e collaborare con il gruppo.

PSICOMOTRICITA’ PER BIMBI – Adatto a bimbi dai 3 ai 5 anni è utile per migliorare la coordinazione, l'interazione e la capacità motoria attraverso il gioco. Gli esercizi permettono quindi di acquisire la padronanza vera e propria del meccanismo del gioco,  del corpo e dello spazio gestuale.

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Un tatuaggio dedicato alla mia famiglia

“Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema. In altri termini, quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce”. 

In linea di massima è questo il significato dell'equazione di Dirac nata per descrivere il fenomeno dell’entanglement quantistico.
Talvolta però le leggi fisiche si possono estendere anche alle relazioni umane e possono trasformarsi in un tatuaggio.

allora, ecco l'equazione della mia famiglia.
Il mio tatuaggio preferito:

Seggiolini auto per bambini. Quale scegliere?

La sicurezza dei bambini a bordo dei veicoli merita grande attenzione perché, in caso d’incidente, essi sono i più indifesi ed esposti ai rischi. Secondo le statistiche nel nostro Paese, ogni anno, più di 8.000 bambini sotto i 13 anni sono coinvolti in incidenti stradali, con un tasso di mortalità molto elevato. L’utilizzo dei dispositivi di ritenuta per bambini è essenziale non solo in caso d’incidente ma anche in tutte le occasioni in cui la circolazione impone un repentino cambiamento di velocità o di marcia. In questi casi, infatti, mentre un adulto riesce a restare correttamente seduto sul sedile, un bambino può rovinare pericolosamente sul pavimento o urtare contro i sedili o i vetri con il rischio di lesioni. È largamente dimostrata l’efficacia dei seggiolini nel diminuire la probabilità di morte o di lesione grave in chi li utilizza: un bambino correttamente sistemato su un seggiolino ha, infatti, il 69% delle probabilità in meno di un decesso in caso di incidente grave.

I dispositivi di ritenuta sono obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 36 chili di peso: fino a 18 kg si possono usare solo i seggiolini, oltre questo peso si possono utilizzare anche gli adattatori.