logotype
img1
img2
img3

Iscriviti

Iscriviti per ricevere la newsletter della mamma appena nata.

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

Provati per voi

Mustela: prodotti per mamme e neonati

Quando una donna diventa mamma, o forse qualche mese prima, inizia a vedere il mondo con occhi diversi. Dall’alimentazione alla cura della persona diventa più attenta ed esigente. Questa ossessione di organizzare, acquistare prodotti per il neonato, circondarsi solo di "cose" sane e di persone positive e' definita "istinto alla nidificazione". 

Vi è mai capitato?
Io ho passato in entrambe le gravidanze i nove mesi a pianificare tutto nei minimi dettagli. La difficoltà maggiore però l'ho riscontrata nella scelta dei prodotti per la cura del corpo. In realtà ho avuto difficoltà soltanto durante la prima gravidanza, l'insesperienza spesso gioca brutti scherzi. Con gli anni mi sono informata un po' ed ho capito in primis che i 
cosmetici dedicati ai bambini e i neonati, devono rispettare e proteggere senza aggredire. 

Proprio per questo oggi vi parliamo dei prodotti Mustela. Lo facciamo perchè la redazione di Come nasce una mamma seleziona le aziende che investono nella responsabilità sociale e che sono in grado di pensare al futuro delle mamme, dei bimbi e delle famiglie. 
Mustela è sicuramente un’azienda di riferimento per noi.
Perché?
Perché da sempre la sicurezza è il primo impegno di questa grande azienda, leader nel settore della cosmesi per la mamma e per il bambino. I prodotti sono ipoallergenici, ad elevata tollerabilità, senza parabeni, fenossietanolo, ftalati né alcool. In tutti i prodotti, Mustela dà priorità agli ingredienti di origine naturale. I prodotti della linea Bébé ad esempio contengono in media il 92% di ingredienti di origine naturale.Frutto delle competenze dermatologiche dei Laboratoires Expanscience, tutti i prodotti Mustela vengono sottoposti a rigorose valutazioni, attraverso studi clinici e test d’uso condotti sotto controllo dermatologico e pediatrico.

Stimola l’attività fisica con BoomBall

Il gioco è un'attività indispensabile. Aiuta i piccoli ad entrare in relazione con il mondo circostante in modo diverso a ogni fase della crescita. Per questo motivo la scelta del giocattolo non andrebbe mai sottovalutata. Le attività didattiche ad esempio consentono ai piccoli di acquisire nuove competenze. 

Oggi vi parliamo di un gioco davvero carino e divertente adatto a bambini dai 5 anni in su. “Boom Ball” stimola l’attività fisica e affina i riflessi e la capacità di reazione dei bambini. E’ un gioco di azione e movimento in cui i bimbi (si gioca in due) dovranno catturare con uno speciale canestro - montato sulla testa - le palle lanciate dal supercannone elettronico.

Borracce termiche #backtoschool

È agosto, piena estate, ma noi siamo appena entrati nel tunnel "back to school". Giorgio a settembre inizierà la prima elementare e stiamo acquistando tutto il necessario... rispettando rigorosamente i suoi gusti. Di acquisto in acquisto stiamo etichettando tutto come da prassi scolastica.
La scorsa settimana abbiamo dedicato un pomeriggio alla scelta e personalizzazione della borraccia termica (arrivata oggi, in foto), uno degli accessori che non deve mai mancare nello zaino dei nostri figli. Indispensabile da portare a scuola ma anche in vacanza, in gita o al mare. 

Può essere utile per trasportare bevande calde o per custodire bibite dissetanti (facendo sempre attenzione a non versare liquidi troppo freddi per scongiurare eventuali congestioni).
Visti i molteplici usi è fondamentale acquistare prodotti di qualità e duraturi.

Nilox Bobyguard, la sicurezza sempre al polso

Quanto vale la sicurezza di quello che ami?
Qual è l’incubo peggiore di ogni genitore?
Sicuramente perdere di vista il proprio piccolo.

Questo post è dedicato alle mamme attente, “attente” a tutto, anche a prevenire e gestire un’emergenza.

State storcendo il naso pensando “a me non accadrà mai” vero?
Vi assicuro che basta un attimo di distrazione … e può succedere a chiunque: in città o in vacanza, al centro commerciale, al parco, in spiaggia, in campeggio, all’aeroporto o in stazione. Ogni evento ha una sua probabilità e tutti siamo a rischio. In mille circostanze i nostri piccoli potrebbero smarrirsi.
 
Non sono una mamma ipocondriaca ma ho a cuore la sicurezza dei miei figli. Per questo motivo oggi parliamo di un orologio particolare, uno Smartwatch per il monitoraggio che consente di effettuare chiamate dall’orologio. Si chiama Nilox Bobyguard e dona sicurezza e tranquillità a genitori e bambini.

Essendo un telefono cellulare, bodyguard può essere rintracciato quasi ovunque. Ha 3 sistemi di tracking che lavorano allo stesso tempo: GSM (second best) + una combinazione (ibrida) di WiFI e GPS, possibile grazie alla capacità di BG di "rintracciare" i router locali, se presenti, sulla base della tecnologia google.

Compiti per le vacanze e back to school

 

 Quali sono i compiti per le vacanze davvero necessari?
Quali favoriscono realmente l’apprendimento?
E’ giusto passare interi pomeriggi sui libri?
La risposta che più frequentemente ricorre è fin troppo ovvia: i compiti a casa servono allo studente per imparare a memorizzare i contenuti dell'insegnamento.

Questo è un tema che mi perplime da tempo. 
Già tre anni fa mi interrogavo sui "Compiti per le vacanze che vorrei per mio figlio". All'epoca Giorgio aveva solo due anni. 
Come passa in fretta il tempo. 
Adesso il mio primogenito ha 5 anni ed a settembre affronterà le elementari.
Varcherà la soglia della "prima elementare".
Inizieremo a fare sul serio.

Sarà facile? Sarà difficile? Boh.
Lui è un bimbo che si impegna a giorni alterni.
Giorgio rispecchia alla perfezione il detto "volere e potere".
Se si impegna è davvero bravo ma se ha la testa al gioco (ed a 5 anni è ancora consentito) non c'è disciplina che tenga.