logotype
img1
img2
img3

Facebook


Home design ideas

Twitter

                  

Cerca

Genitori e Figli

Nel 2014 due utenti su tre hanno visionato contenuti online pericolosi per i bambini

Internet ha cessato ormai da lungo tempo di essere riservato agli adulti. I bambini sono molto più attivi dei loro genitori per quel che riguarda la navigazione in rete. Ci si chiede, quindi, sempre più spesso, se il web sia un luogo abbastanza sicuro per loro. Per scoprirlo Kaspersky Lab ha deciso di individuare le potenziali minacce rivolte ai più piccoli, analizzando i dati degli utenti dei propri prodotti che utilizzano il modulo di Parental Control.

I risultati mostrano che più della metà degli utenti (59,5%) ha incontrato siti con contenuti pornografici; più di un quarto degli stessi (26,6%) si è ritrovato su siti dedicati al gioco d’azzardo; un utente su cinque su siti che mostrano armi; e quasi lo stesso numero di utenti si è confrontato con un linguaggio pesante.

I siti contenenti questo tipo di contenuti inappropriati (per adulti, chat, gioco d’azzardo e armi), oltre ad altri contenenti informazioni su droghe, tabacco e alcol, sono stati quelli più frequentemente bloccati dalle soluzioni di protezione di Kaspersky Lab. La frequenza dei rilevamenti dimostra quanto sia semplice per gli utenti incontrare questo tipo di contenuti online. Maggiore è la frequenza, maggiore è la probabilità.

Indagine Kaspersky Lab: genitori impotenti di fronte al cyberbullismo

Una ricerca condotta da Kaspersky Lab e B2B International rivela che il 22% dei genitori non si sente in grado di tenere sotto controllo ciò che i propri figli fanno o vedono online. Percentuale che sale a quasi la metà (48%) se si parla invece di una vera e propria preoccupazione nell’eventualità di dover affrontare il cyber bullismo.

Gli adulti che con le migliori intenzioni vogliono garantire ai propri figli la loro privacy rischiano di metterli maggiormente a rischio di molestie o abusi. Ad esempio solo il 19% afferma di essere amico o di seguire i propri figli sui social media e solo il 39% monitora le attività online dei figli. Solamente 38% afferma di aver affrontato la questione dei rischi con loro, il che potrebbe essere sintomatico di una mancanza di fiducia e comprensione della gravità della situazione.

Idee regalo per bimbi 0-18 mesi

Care mamme, oggi vi diamo un piccolo suggerimento per acquistare online abbigliamento, accessori e scarpe per i vostri bambini (0-18 mesi). Per farlo abbiamo chiesto aiuto ad una mamma amica. Si chiama Camilla, ha un passato nel campo della moda, è mamma di Annie e gestisce un e-commerce dedicato al mondo della prima infanzia (www.ilmondodiannie.com ).

I brand che Camilla ci propone sono frutto di scrupolose e meditate ricerche ma anche di “colpi di fulmine” per prodotti funzionali, confortevoli ed originali il cui denominatore comune è la grande qualità. Solo il meglio per i nostri bimbi!

Idee regalo per bimbi dai18 mesi ai 6 anni

Care mamme, qualche giorno fa abbiamo pubblicato le Idee regalo per i bebè dagli 0 ai 18 mesi, oggi il nostro articolo è dedicato ai  più grandi (18 mesi - 6 anni). Come sempre abbiamo chiesto aiuto a Camilla, esperta di moda, mamma di Annie e amministratrice dell' e-commerce www.ilmondodiannie.com dedicato al mondo della prima infanzia.

Anche oggi i brand che Camilla ci propone sono frutto di scrupolose e meditate ricerche ma anche di “colpi di fulmine” per prodotti funzionali, confortevoli ed originali il cui denominatore comune è la grande qualità. Solo il meglio per i nostri bimbi!

I compiti per le vacanze che vorrei per mio figlio

Mio figlio è ancora piccolo, è un duenne, ma oggi rileggendo l’intervista fatta lo scorso anno a Maurizio Parodi (cliccate qui), dirigente scolastico e autore del libro “Basta compiti”, mi sono immedesimata nei tanti bambini che alla fine dell’anno scolastico hanno ricevuto un elenco infinito di esercizi da fare.

Ma quali sono i compiti davvero necessari? Quali favoriscono realmente l’apprendimento? E’ giusto passare interi pomeriggi sui libri?